capelli al mare: cosa fare (e cosa evitare)?

E’ il cruccio di ogni donna e si ripropone ogni anno. Come si proteggono i capelli dal sole?
Voglio rispondere a questo quesito con un’altra domanda:
perchè è necessario proteggere i capelli quando ci esponiamo al sole?
 
Effettivamente la risposta non è così immediata.
Il sole fa bene alla pelle, all’umore e… Anche ai capelli!
Quindi non è necessario proteggerli dai raggi solari bensì esporli con alcune accortezze.
Solo il sole schiarisce in maniera naturale i capelli,
senza aggredirli o rovinarli come fanno i prodotti chimici.
In caso di esposizione molto prolungata ed intensa è cosa buona e giusta alternare
momenti di sole a momenti d’ombra utilizzando un foulard o un cappello.
I veri nemici delle nostre chiome sono la salsedine e la sabbia: la prima intacca la struttura del
capello attraverso un fenomeno osmotico che provoca disidratazione immediata;
la seconda sfibra il fusto e le punte a causa dello sfregamento.
E’ dunque necessario mantenerne la naturale umidità del capello, proteggendolo
ed idratandolo con prodotti specifici che impediscano lo sgradevole effetto “paglia”.
COME SCEGLIERE IL GIUSTO SOLARE?
I prodotti solari per capelli non sono tutti uguali e si scelgono in funzione della natura
del capello e dello stato attuale della chioma.
La prima distinzione da fare è quella fra capelli naturali e capelli colorati: 
se nel primo caso può essere sufficiente affidarsi ad uno spray protettivo nel secondo
è assolutamente necessario ricorrere ad una maschera UV che oltre ad una funzione protettiva
svolga un’azione nutriente (i capelli colorati subiscono infatti un processo di decolorazione prima e
ripigmentazione dopo che tende ad inaridire fusto e punte; tutto ciò viene amplificato
dalla salsedine e dagli agenti esterni in generale).
Una seconda diversificazione è operabile fra capelli sottili e capelli spessi:
nel primo caso è meglio optare per un fluido dalla texture leggera che non appesantisca,
nel secondo caso si può applicare un olio protettivo.
La terza differenziazione è quella fra capelli lisci e ricci:
per i primi, anche in questo caso è meglio scegliere uno spray, per i secondi
l’ideale è una spuma, che oltre a proteggere definisce il riccio e dona l’effetto wet look.
Non dimenticate di curare la vostra chioma una volta tornate a casa ed affidatevi a prodotti
ideati per l’idratazione post esposizione solare: contengono vitamine e detergenti specifici.
1. Deterge delicatamente corpo e capelli dopo l’esposizione al sole (Wella Sun Hair and body shampoo)
2. Nutre ed offre protezione UV ad alta performance (Wella Sun Crema protettiva)
3. Idratazione per capelli e corpo (SP After Sun fluid)
LE 5 REGOLE D’ORO:
1. Sciacquare i capelli con acqua dolce dopo ogni bagno
2. Ripetere l’applicazione del solare ogni 2 ore ca. e dopo ogni immersione in acqua
3. Districate gli eventuali nodi con un pettine a denti larghi
4. Dimenticate i luoghi comuni sulla schiaritura naturale del capello
(la birra è meglio berla piuttosto che versarla sui capelli!)
5. Evitare l’esposizione nelle ore più calde (13:00 – 15:00)
(e così evitate anche le insolazioni!)
 

47 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *