10 COSE DA SAPERE SUL POLYGEL (GEL ACRILICO)

10 COSE DA SAPERE SUL POLYGEL

Tutto quello che dovete sapere sul Polygel, l’ultima frontiera della ricostruzione unghie.

Il polygel è un ibrido a metà fra gel e acrilico, concepito come sintesi di entrambi i prodotti e quindi di entrambi i metodi di ricostruzione.

1Il polygel (chiamato anche gel acrilico o acrygel) è un prodotto per la ricostruzione delle unghie nato dalla sintesi di altri due noti sistemi di ricostruzione, quello in gel (hard gel, indurisce in lampada UV/LED) e quello acrilico (polvere acrilica/polimero + monomero, indurisce all’aria). Il gel acrilico non cola come il gel (anzi, ha una consistenza quasi solida) ma proprio come lui polimerizza in lampada UV/LED e non all’aria come l’acrilico. Praticamente prende le cose fighe di entrambi i prodotti 😀

2Risulta un’ottimo sistema di ricostruzione per le meno esperte ma viene spesso preferito anche dalle professioniste per la sua rapidità di esecuzione. Inoltre posso dire che è davvero pratico per chi esegue la ricostruzione sulle proprie mani, come me! (Con il polygel ho velocizzato molto il processo sulla mano destra!).

3Il liquido che si usa per modellare il polygel viene chiamato Slip Solution. Non è uguale al monomero per acrilico, non contiene le stesse sostanze e non ha lo stesso caratteristico odore pungente. Viene usato perché al suo stato naturale l’acrygel è molto più solido e appiccicoso di un gel tradizionale, è impossibile da lavorare se non viene ammorbidito – appunto – con la slip solution.

4Al contrario del gel, il polygel non è autolivellante ma in compenso non cola e resta fermo dove lo mettiamo. Al contrario dell’acrilico al quale basta l’aria, il gel acrilico per polimerizzare ha bisogno di una lampada. In un apparecchio LED ci vogliono appena 30 secondi e durante l’indurimento il polygel non provoca calore eccessivo sulle unghie (comportamento tipico del gel tradizionale.

10 COSE DA SAPERE SUL POLYGEL
Quello che mi vedete usare nel video tutorial è il gel acrilico di La Femme, un prodotto con il quale mi sono trovata davvero molto bene! #NOADV

5Il polygel è più elastico dell’acrilico, più resistente del gel e più leggero di entrambi. (Un aspetto da non sottovalutare per chi ama portare le unghie molto lunghe, no?).

6Con il polygel possiamo eseguire una ricostruzione a mano libera o con le dual form, ma possiamo usarlo anche per coprire le unghie naturali o per creare piccole decorazioni.

7Generalmente il gel acrilico è disponibile in versione trasparente e nelle varie sfumature del rosa/nude ma può essere colorato a piacimento unendolo a gel color, semipermanenti o pigmenti.

8Sopra ad uno strato di polygel possiamo applicare praticamente di tutto: gel colorati, smalti semipermanenti e smalti tradizionali (ricordate però di rimuoverli sempre con solventi senza acetone!).

9La preparazione dell’unghia prima dell’applicazione è la stessa del gel tradizionale, quindi la fresa non è obbligatoria (però potrebbe risultare necessaria per rimuovere lo scalino sotto le unghie durante il refill).

10Il polygel si rimove mediante limatura (solo eventuali residui possono essere sciolti come si fa con lo smalto semipermanente). Valutate bene questo aspetto e ricordate che se non sapete eseguire una limatura corretta potete danneggiare seriamente le vostre unghie. Se non siete esperte valutate la scelta di un prodotto soak-off, vi ho parlato di come sciogliere il semipermanente in questo articolo).

GUARDA IL TUTORIAL PER LA PRIMA APPLICAZIONE DEL POLYGEL

This content is blocked. Accept cookies to view the content.

GUARDA IL TUTORIAL PER IL REFILL CON IL POLYGEL

This content is blocked. Accept cookies to view the content.

LEGGI ANCHE:

TUTORIAL RICOSTRUZIONE UNGHIE

ACRILICO AD IMMERSIONE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *