danilla bijoux

Questa settimana per la rubrica “The Power of Made in Italy” ho intervistato Daniela Monasterio, designer del brand Danilla BIjoux.

F: Parlaci un po’ di te…. Cosa fai nella vita, qual’é il tuo background di conoscenze in materia, quali sono le tue passioni … Tutto quello che vuoi farci sapere su di te!

D: Nome: Daniela – Cognome: Monasterio – Anni: 32 – Professione: Ahi….Qui non è facile rispondere: architetto, e no, sono circa due anni che non esercito più; artigiana effettivamente si, produco quello che progetto. Professionalmente sono molto ibrida, nel mio lavoro c’è quella manualità che si è raffinata nei laboratori duranti gli anni del liceo e poi quella ricercatezza nelle forme, quella voglia di armonia che invece è cresciuta durante gli studi accademici. Nella vita sono piuttosto pacata, nel mio lavoro no, qui c’è una parte che prende il soppravvento (e io la lascio fare!) che scalpita perché vuole creare,  plasmare, e realizzare da sé quell’idea che le gira per la testa;  molte volte il mio processo creativo non prevede la progettazione nel pezzo; il disegno, lo schizzo, lo uso solo come promemoria, quando un’idea viene e non sono nel mio spazio, allora viene schizzata.
Adoro la vaniglia, il suo profumo dolce mi manda su di giri, a casa le candele sono rigorosamente alla vaniglia, il bagnoschiuma è alla vaniglia, il mio profumo è alla vaniglia, proprio da questa passione nasce il nome danilla: “Da” come Daniela e “nilla” come vanilla. Forse il suo profumo mi fa pensare ai dolci, alla cioccolata!!! Altra mia grande passione, come quella per il cibo e per la buona cucina!!!! In pratica sono la ragazza della porta acconto che ti offre volentieri una tazza di tè se la passi a trovare 🙂

F: Come nasce il progetto “Danilla”?

Un classico: nasce  per gioco. Inizi  col realizzare una a collana per te stessa, poi per le amiche, per le amiche delle amiche e per i regalini di Natale. Nasce anche dal desiderio e dalla voglia di creare di realizzare, dalla voglia di veder qualcosa prendere forma dalle tue mani, e poi quella sensazione che provi quando vedi il prodotto finito, è un qualcosa che ti riempie!

F: Che tipo di articoli realizzi e come? Ti appoggi a laboratori esterni o ti occupi di ogni fase della produzione?

Realizzo quasi esclusivamente accessori femminili con una particolare attenzione per gli orecchini, una mia grande passione. Devo dire che in questi ultimi anni ho sperimentato molto, cambiando genere e materiali,  ma è il rame la mia vera e unica passione; scoperto solo da poco tempo è come se lo lavorassi da una vita, mi piace pensare che il solo fatto di essere nata in uno dei centri più importanti  per la lavorazione artistica del rame in Abruzzo (sto parlando di Guardiagrele) ha lasciato in me una qualche impronta, una vocazione… Anche se un po’ tardiva!
Per quanto riguarda la produzione, questa è completamente “casalinga”!!! Si si, nasce tutto nella mia casetta, tutte le fasi avvengono sotto lo stesso tetto e sono io ad occuparmi di tutto; questo comporta vantaggi e svantaggi: il bello è che lavorando a casa hai la possibilità di creare a qualsiasi ora del giorno e della notte, puoi disegnare mentre la pasta si cuoce, puoi modellare mentre la lavatrice finisce la centrifuga, puoi portare avanti una vendita on line anche in pigiama, a me piace lavorare così, perché la creatività non ha orari!!! Chiaramente ci sono anche riscontri negativi nel fare tutto da soli, lavori 24 ore su 24, e se ci sono intoppi sei tu l’unico responsabile!

F: Da cosa trai ispirazione per le tue collezioni?

Forme forme forme….Qualsiasi forma presente in natura per me è una fonte inesorabile. Ultimamente ho scoperto una grande passione per le curve, passione che non ho mai potuto approfondire durante gli anni di lavoro come architetto, sai già è difficile fare l’architetto dalle mie parti figuriamoci se era possibile progettare costruzioni con parti curve!!! Ora sono diventate la  mia ossessione: spire, ellissi, cerchi sono la base dei miei lavori, cerco di modellare il rame in modo armonico, quelle sinuose curve mi mettono in pace con la mia anima, mi rilassano, mi trasmettono positività.

F: Come pubblicizzi la tua attività? Ti avvali dell’aiuto di social network? Se si, credi che siano uno strumento efficace?

Di vera pubblicità proprio non ne faccio, però cerco di sfruttare il più possibile il mondo del web 2.0 del quale fanno parte anche i social network dove sono presente; cerco di sfuttare al meglio qualsiasi canale che offrono, grazie a loro trovo nuovi contatti, eventi a cui partecipare, collaborazioni, però poi tutto si dirige sempre in unica direzione, il mio sito, cerco di far convogliare tutto li in modo da dare ai miei clienti un punto fisso.

F: Hai incontrato difficoltà nella produzione e nel marketing della tua attività?

Le difficoltà sono all’ordine del giorno ma non si può far altro che affrontarle, e soprattutto superarle, del resto ogni problema ha una soluzione. Nonostante la mia attività abbia qualche anno non è ancora del tutto decollata, è dura ma io voglio esserci quando questo periodo nero finirà.

F: Che tipo di approccio ha la tua clientela verso la produzione hand-made?

Tanti approcci: c’è chi adora l’handmade perché le permette di avere un accessorio difficilmente trovabile sul mercato, un pezzo unico. C’è chi si avvicina, vede il prezzo e arriccia il naso, e ogni volta mi domando: “Ma da quando handmade è sinonimo di prezzi stracciati?!”
Io cerco di creare una clientela affezionata, e di instaurare con loro un rapporto di amicizia e fiducia; mi piace invitarle nel mio spazio e insieme condividere il mio lavoro. Di sicuro quello che non faccio e di ricoprire la figura del commerciante, non ne ho le qualità.

F: Facendo riferimento al mercato italiano, credi che le istituzioni potrebbero/dovrebbero incentivare la produzione artigianale? Se sì, come?

Ti dico solo questo: l’anno scorso ho aperto la partita iva come artigiano. Dopo aver pagato un bel po’ di tasse per il 2011 ho deciso di cambiare ente previdenziale e  passare alla libera professione, del resto sono un’ architetto regolarmente iscritto al suo ordine anche se non esercito, e, grazie a degli incentivi, per ben tre anni pagherò un terzo delle tasse, questo mi sembra un bello stimolo.

F: Progetti futuri? 

Tante idee ma progetti molto immediati, non guardo mai troppo in là, finirei per distrarmi!

F: Segnalaci gli indirizzi del tuo sito web/blog/Facebook/Twitter

Ecco tutti i miei indirizzi:

web    http://www.danilla.net
blog    http://danillabijoux.blogspot.com/
facebook    http://www.facebook.com/danilla.creativelab
twitter        https://twitter.com/danillacreative

Vorrei ringraziare Daniela, per la sua disponibilità e per la sua simpatia! E adesso tocca a voi: fatemi sapere cosa pensate delle sue creazioni!

3 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *