fashionpedia: karl

Karl Otto Lagerfeld nasce ad Amburgo nel 1938. Nel 1953 si trasferisce con la madre a Parigi. A soli 22 anni vince un concorso sponsorizzato da Ives Saint Laurent e solo due anni dopo ottiene un lavoro, prima da Pierre Balmain, poi nel 1958 da Jean Patout, per il quale diventa presto direttore artistico.

Successivamente alla sua esperienza da Patout decide di lavorare come stilista freelance: collabora  con Tiziani (1963), casa di moda romana, molto in voga tra le star dell’epoca, una fra tante Elizabeth Taylor

Nel 1966 approda a Chloè, inizia disegnando solo alcuni pezzi ma presto firma l’intera collezione.Grazie al suo lavoro il marchio diventa uno dei più noti nel fashion system, soprattutto per essere stato il primo a creare un pret-a-porter di fascia molto alta.
Nel curriculum di questo grande artista figura la collaborazione con una delle più grandi case di moda italiane, Fendi (1972) per la quale, oltre a firmare le principali collezioni, conduce uno studio sui materiali che porta la maison ai vertici della ricerca sulle tinte e le conce.
Grazie ad Alain Wertheimer, Karl diventa art director di Chanel per la linea d’alta moda nel 1983, per il pret-a-porter nel 1984. Lagerfeld introduce importanti innovazioni nei processi di produzione e lancia nuove linee, rinnovando l’immagine dell’intera azienda e riportandola in auge dopo il “medioevo” degli anni 70.

Nel 1980 fonda la sua personale etichetta chiamata “Lagerfeld” con la quale produce una linea di abbigliamento e una fragranza. Ottiene subito un grande successo a Parigi e nel mondo, tanto che per lui sfilano alcune tra le più grandi top-model mondiali come Claudia Schiffer, la favorita da Karl.

Fra le innumerevoli collaborazioni non possiamo non citare quella con Renzo Rosso, ideatore e creatore del marchio Diesel, con il quale ha realizzato una collezione di 5 pezzi, tutti jeans, presentata alla sfilata di Lagerfeld in occasione della Fashion Week di Parigi.
Non possiamo dimenticare gli splendidi abiti disegnati da Karl per il film “Callas Forever“, sempre nel 2002, e gli outfits creati per i tour (e non solo) di Madonna e Kylie Minogue.
Nel 2004 collabora con il marchio svedese low cost H&M per una collezione limited edition, sold-out dopo appena 2 giorni.

Nel 2011 Lagerfeld disegna una capsule collection per Macy’s (venduta in più di 200 negozi nel mondo) e collabora con Andrea Della Valle e disegna la nuova collezione del marchio Hogan

Già dal 1987 Karl Lagerfeld dimostra di essere anche un talentuoso fotografo: realizza brillanti scatti pubblicitari per Fendi e Chanel e grandiosi servizi fotografici per alcune delle più grandi riviste internazionali di moda come Harpeer’s Bazar e le edizioni russe e tedesche di Vogue. Le sue istantanee sono state oggetto di una recente mostra fotografica qui a Roma: “Karl Lagerfeld: percorso di lavoro”, un viaggio ricco di emozioni non solo nella carriera di questo grande artista, ma anche nella sua intima coscienza.

Lara Stone, photo by Karl Lagerfeld ( Harper’s Bazaar, September issue 2009)

Fendi Spring/Summer 2011, photo by Karl Lagerfeld

Fendi Fall/Winter 2010-2011, photo by Karl Lagerfeld
CURIOSITA’
– Nel 2005 è’ il protagonista del programma televisivo Signé Chanel, dove i telespettatori scoprono i retroscena della creazione di una sua collezione di moda, per l’esattezza quella autunno/inverno 2004/2005 (trasmesso in Italia su Rai5)
– Nel 2007 diventa un personaggio virtuale nel celebre videogame “Grand Theft Auto IV
– Nel 2008 crea un orso di peluches per Steiff, acquistabile per la “modica” cifra di 1.500 $

– Nel 2010 The Fashion Institute of Technology gli assegna un premio creato proprio per lui:
The couture Council Fashion Visionary Award“. Ecco il video della premiazione:
– Durante la Milano Fashion Week nel 1993 Anna Wintour abbandona la sfilata
Fendi perchè Lagerfeld sceglie come modella la porno star Moana Pozzi.
–  Karl Lagerfeld difende l’industria delle pellicce, anche se lui stesso non ne indossa e 
si professa vegetariano

– Nel 2007 viene presentato al festival di Berlino il film “Lagerfeld Confidentiel”,
un documentario sull’esperienza di Lagerfeld da Chanel


– Nel 2011 disegna una serie di bottiglie per la Coca Cola

– Sempre nel 2011 gira lo spot per il noto gelato Magnum. Per presentare la nuova
patnership ha fatto realizzare un’intera suite di cioccolato, compresa di “ospite”:
una statua (sempre di cioccolato) di Baptiste Giabiconi

– Nel 2012 (Febbraio) Lagerfeld debutterà con la sua prima linea low-cost,
potete visitare il sito per iscrivervi alla newsletter

– Proprio alcuni giorni fa Fossil ha annunciato una patnership strategica con Lagerfeld,
per il quale produrranno una linea di orologi

7 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *